Lun. Giu 17th, 2024
La Basilicata è tutta da scoprire. È una regione che non fa rumore, eppure, è un gioiello prezioso italiano. Sul suo territorio ci sono talmente tante bellezze tra coste, borghi e natura che non riusciremmo a dirle tutte. In mezzo a tutto ciò ci sono realtà che hanno saputo sfruttare ciò che questo meraviglioso posto ha donato loro.

L’olio extravergine e i vini tipici lucani

I fratelli Carbone, ad esempio, hanno creato da zero la loro azienda, che oggi produce prodotti enogastronomici tipici lucani di altissima qualità. I due giovani hanno ereditato dal bisnonno la passione per l’olio, che oggi producono in quantità e con rispetto del prodotto e del territorio, ma che è partita dalla tradizione per la produzione solo familiare. I due fratelli hanno realizzato il loro sogno di avere un frantoio tutto loro per produrre un olio genuino come quello che ricordavano sulla tavola del nonno. L’olio extravergine di oliva che viene da loro prodotto è la punta di diamante come si suol dire, ma anche altri alimenti portano alto il nome di questa famiglia.
L’azienda produce infatti, anche quattro tipi di vino, di cui un bianco, un rosé e due tipi di rosso, aglianico e primitivo, ed è possibile ordinarli e, come tutti gli altri prodotti enogastronomici, riceverli comodamente a casa.

I prodotti enogastronomici

Per soddisfare i palati più esigenti, inoltre, questi ragazzi lucani hanno pensato di cominciare a produrre anche salumi, pasta e passata di pomodoro per bongustai.Sono tutti realizzati basandosi su ricordi di una cucina buona e genuina, quella della casa della nonna, piena di profumi di bontà dell’orto. Ad esempio, la passata di pomodoro è ispirata proprio a quella della nonna; è di un rosso intenso, densa e dolce; ricorda le calde giornate estive in Basilicata.

La pasta è realizzata con estrema cura, facendo attenzione davvero ad ogni singolo passaggio. La parte del chicco di grano scelta è quella interna più tenera e profumata; in seguito, viene trafilata al bronzo, metodo che si sa, permette alla pasta di diventare ruvida e porosa, pronta ad accogliere il condimento al meglio. Infine, che siano gnocchi sardi, ziti, penne rigate, caserecce o fusilli, la pasta viene lasciata asciugare lentamente per permettere che il profumo e il sapore rimangano intensi. Inoltre, questo passaggio permette al prodotto di mantenere un profilo nutrizionale molto alto; infatti, a differenza della pasta comunemente in commercio, in questa la percentuale di proteine raggiunge una quota decisamente alta, circa il 14 %.

Per ultimo i salumi ‘’Donna Carmela’’: capolavoro lucano. I suini che danno questi salumi saporiti sono quelli neri lucani, che pascolano allo stato brado. Il prodotto che si ottiene da questi capi d’allevamento è povero di colesterolo e dal profumo e gusto impareggiabile e sono anche ricchi di Omega 3. Potrete scegliere fra capocollo, guanciale, salame stagionato e l’inimitabile soppressata.

C’è poi l’opportunità di ricevere a casa confezioni degustazione che vi permetteranno di assaggiare un poco di tutti questi succulenti prodotti, confezioni che in questo preciso momento natalizio potrebbero diventare anche un gradito presente.
Questa azienda è davvero esempio di come tutti dovremmo trattare l’ambiente, valorizzandone più aspetti possibile e cercando di promuoverlo. I Fratelli Carbone hanno scelto di portare alta la bandiera della loro regione, proponendo quello che di buono si può produrre nel settore enogastronomia e ci sono riusciti mantenendo standard qualitativi molto alti, cosa che rende i prodotti genuini e buoni per la salute.
Non resta che provarli, comodamente a casa, o perché no, facendo un viaggio verso questo territorio.

Di FA