Mer. Mag 29th, 2024

La Sicilia è certamente una delle regioni più belle ed affascinanti d’Italia con la sua ricchezza di spiagge meravigliose, storie di civiltà che si sono succedute e suggestivi paesaggi naturalistici. Organizzare un tour dell’isola non è una impresa facile. Ecco alcune dritte relative alle varie zone della Sicilia.

La Sicilia occidentale

Una delle zone isolane di grande pregio è quella nord-ovest, con mete turistiche molto belle come il capoluogo Palermo, Trapani e Marsala la città del vino per antonomasia. Inoltre non si deve perdere l’occasione per visitare le splendide isole minori come Favignana, Pantelleria e Lampedusa, oltre ai famosi siti archeologici che si trovano a Selinunte. Segesta e Agrigento. Per quanto riguarda i borghi storici si va da Sciacca a Cefalù e a Erice, tutti caratteristici e incantevoli.

In questa zona sono presenti anche molte zone di villeggiatura come Scopello, San Vito Lo Capo e Castellammare del Golfo e riserve naturali che fanno la felicità degli amanti della natura come il Parco delle Madonie, la riserva della foce del Belice e quella dello Zingaro. Palermo è senza dubbio la città simbolo della Sicilia e la meta ideale per chi vuole fare una immersione nella Sicilia barocca.

Il centro storico, oltre ai vicoli stretti offre la visione di monumenti importanti e di grande pregio come il Palazzo dei Normanni, che fu eretto nel IX° secolo, e la Cattedrale di Palermo. Merita una visita anche il Teatro massimo, che possiede una ottima acustica e nel quale in tutte le stagioni vengono ospitati eventi musicali e artistici. Altri monumenti da vedere sono le Catacombe, la Cappella Palatina e la Chiesa della Martorana.

La Sicilia orientale

Una alternativa altrettanto interessante per un viaggio in Sicilia è la zona orientale, con la possibilità di visitare sia città importanti come Catania, Messina e Siracusa, che luoghi turistici conosciutissimi come Taormina, che abbina le particolarità artistiche del suo centro storico ad un magnifico litorale. In questa zona si nota, e non potrebbe essere altrimenti, anche la grande magnificenza dell’Etna, e le spiagge delle zone costiere dell’Isola delle Correnti e di Capo Passero, oltre che la riserva “naturale” di Vendicari e Noto.

Messina è la prima città che si incontra quando si arriva nell’isola con il traghetto, ed ha un grande fascino, sia nel suo centro storico, con il Duomo, che nelle altre chiese della città, oltre che nella fontana di Orione e dall’Orologio astronomico. Arrivando a Catania non si deve assolutamente perdere una visita alla Cattedrale di Sant’Agata, patrona della città, al Giardino Bellini nel quale si può passeggiare insieme ai bambini, e i numerosi monumenti in stile barocco.

Le spiagge di Catania, tutte molto affascinanti, sono Plaja e San Marco di Calatabiano, Foce Simeto e Praiola di Giarre. Altra destinazione ideale per una visita è la città di Siracusa, che mette in mostra un vastissimo patrimonio dal punto di vista archeologico e storico. Assolutamente da visitare è l’isola di Ortigia nella quale si trovano sia il tempio di Apollo che il Duomo. Una zona molto interessante è quella della Val di Noto, con al centro la cittadina omonima, che è conosciuta in tutto il mondo come la capitale del barocco.

Le sue costruzioni migliori sono la Chiesa di Santa Chiara, Palazzo Nicolaci, la Porta reale e i numerosi altri edifici storici sparsi per la cittadina. Una delle perle storiche della Sicilia orientale è Taormina che ha grande tradizione sia dal punto di vista storico che archeologico. A Taormina fanno bella mostra le rovine dei templi sia greci che romani e del Teatro di Taormina, oltre che palazzi più recenti come la Villa Comunale e Palazzo Corvaja.

Di Silvia